Parlare del senso dell’esistenza utilizzando poche frasi sembra riduttivo, azione degna solamente di una raccolta di aforismi, ma osservando meglio i piccoli lavori di Ayumi Kudo tutto vi sembrerà estremamente nuovo, semplice e assolutamente bello. Ayumi è una giovane artista giapponese che ha scelto l’Italia per i suoi studi e la sua carriera nel campo delle arti visive e la sua opera “Misurare le cose in-misurabili” è un polittico di quadrati in legno di circa 20 cm per lato, sui quali ha raffigurato con semplicità delle scenette allegoriche sul senso della vita, scegliendo come soggetti una serie di cose “non misurabili” come sentimenti, emozioni e stati d’animo. Il tutto è organizzato in una geometria ordinata, con le piccole tavole quadrate che al loro interno nascondono un ulteriore griglia di quadrati sui quali è stata costruita l’immagine. Forma e contenuto diventano un tutt’uno, e ancor di più ciò accade nella trasformazione di quest’installazione in un piccolo libro, edito da terza edizioni in sole novecento copie.

 

Related Post