Architettura, fotografia, scenografia, arte astratta. Questa serie di scatti delle architetture di Brasilia sono quadri perfetti, in cui il bianco e nero mostra  e cela le forme perfette  dei celebri edifici di Oscar Niemeyer.  Sembra di vedere navcielle spaziali, pianeti, volte celesti, piramidi galattiche, passeggiate in orbita. Eppure è sempre lei, Brasilia, quel luogo costruito in mezzo alla savana negli anni ’60, con una struttura urbana simile a quella di un aereo e le fattezze di un grande giocattolo di cemento. A tutto ciò bisogna unire Øystein Aspelund, norvegese, architetto di formazione e fotografo di passione e professione dal 2009. I suoi scatti astraggono le forme e le elevano, donano loro leggerezza e magia. La figura umana è indispensabile per rapportare queste geometrie alla realtà, che altrimenti sembrerebbero scenografie di un sogno.

 

 

All rights reserved to Øystein Aspelund.

Related Post