Dopo un’attesa di mesi ecco finalmente presentato il nuovo iphone 5 da parte di Apple.

Molti fan sono rimasti soddisfatti del nuovo gioiellino della casa di Cupertino alcuni invece aspettavano un prodotto differente. Essendo un blog di design non vogliamo descrivervi le caratteristiche tecniche del melafonino ma semplicemente dare una descrizione dal punto di vista di materiali e dettagli estetici.

Le dimensioni sono state la prima cosa che ha colpito il grande pubblico. Adeguandosi alla risoluzione di altri smartphone Apple ha soddisfatto le richieste degli utenti fornendo un display di oltre 70 centimetri quadrati.

Per quanto riguarda lo spessore, il sapiente lavoro del team di ricerca e sviluppo della casa di Cupertino, ha permesso la creazione di un prodotto di soli 7,6 mm di profondità, diminuendo in questo modo il peso rispetto al predecessore del 20%.

 

Lo chassis di nuove dimensioni è ancora in alluminio. Per renderne il profilo brillante Apple utilizza un diamante cristallino. In questo modo vengono smussati gli angoli della cornice del display.

La novità è che anche il guscio posteriore è ora in alluminio (serie 6000 anodizzato), lo stesso materiale che Apple usa per i macbook. Nel guscio, sia lungo il bordo superiore che su quello inferiore sono presenti inserti in vetroceramica, per il modello bianco e argento, o in vetro pigmentato, per il modello nero e ardesia.

Un dettaglio di costruzione che Apple ha citato nel keynote di presentazione è la fase di assemblaggio del guscio. Lo chassis in alluminio di ogni iPhone 5 viene fotografato da due potenti obiettivi da 29MP. Successivamente una macchina confronta le immagini con 725 inserti per trovare il taglio che corrisponde perfettamente al singolo iPhone.

La fotocamera del nuovo Iphone è trasparente come il vetro, ma non è di vetro. E’ fatta di cristallo di zaffiro, secondo solo al diamante per durezza tra i materiali trasparenti. In questo modo l’obiettivo è protetto da graffi e usura.
Il costo di produzione di un tale gioiello è di circa 130€.
Per concludere vi rimandiamo al sito di Apple per ulteriori dettagli e vi lasciamo con una simpatica visione del melafonino secondo i ragazzi di ridichegratis.

Related Post