Kim Roselier è un giovane illustratore che riesce a ricreare la precisione del digitale rimanendo legato ai suoi strumenti “analogici”: l’acquerello e la guache. Sovrapponendo forme e colori, dando voce agli spazi bianchi, facendo intravedere le parti nascoste delle sue composizioni, Kim rende ogni soggetto carico di emozione. Spesso i suoi disegni sono legati al mondo del sesso, ma il suo tratto non cade mai nella volgarità e anzi ci ribadisce come sia forte ed elegante intravedere le parti “proibite”. Lascia all’osservatore il compito di ricostruire le sue composizioni geometriche per dar forma alle posizioni dei corpi degli amanti da lui raccontati.

 

All rights reserved to Kim Roselier.

 

 

Related Post