Le opere di Xavier Schipani sono un’esplosione di colori contrastanti; sono i classici quadri che da lontano ti incuriosiscono, li guardi attraverso una stanza, e ti avvicini per capire di cosa parlano. Poi una volta che sei lì a dieci centimetri dall’opera le macchie di colore cominciano a prendere un senso e allora capisci, ti imbarazzi e arrossici. Una volta che sei sicuro che nessuno ti stia guardando ti allontani sperando di passare inosservato. Sì, perchè quelle macchie di colore che stavate fissando in realtà rappresentano tette, culi, peni, e altre parti del corpo intente ad entrare ed uscire gli uni dagli altri.

tratti decisi, colori divertenti e composizioni psichedeliche. che mirano ad una riflessione più approfondita sulla sovrabbondanza di sesso a cui siamo sottoposti. Un qualcosa di ossessivamente ripetitivo, ipnotizza, ma lascia interdetti.

Related Post