BRAVADO BANSHEE: DAL VIDEOGIOCO ALLA REALTÁ

I più appassionati di videogiochi conosceranno sicuramente la fortunatissima e pluri-premiata serie di GTA, acronimo di Grand Theft Auto, ovvero grande furto di auto. Ebbene, questo titolo è sempre stato soggetto di aspre critiche, soprattutto da parte delle associazioni di genitori americane, poiché intriso di violenza e pratiche decisamente al di sopra della legge. Dal 1997 ad oggi si sono susseguiti 14 capitoli, usciti per pc, consoles, e devices portatili, raggiungendo 125 milioni di copie vendute (senza contare, ovviamente, le versioni piratate, che estenderebbero queste cifre esorbitanti a numeri ancora più tondi). La Rockstar è diventata, grazie a questa fortunata saga, una delle case video ludiche più importanti al mondo. A partire dalla grafica 2D e “pixelosa” dei primi due capitoli, siamo passati via via a simulazioni sempre più fedeli alla realtà. Il numero di modelli di automobili presenti nel gioco sono aumentate sempre più, andando da lente utilitarie, a bolidi supersportivi, passando per camion, pickup, barche, elicotteri, aeroplani e perfino carri armati! Questo parco macchine, tuttavia ha sempre avuto la peculiarità di non possedere alcun modello di vettura realmente esistente (tanto per una questione di diritti da pagare, quanto per il fatto che nessuna casa automobilistica concederebbe a cuor leggero la sua immagine ad azioni illegali e a danni che le vetture dovrebbero inevitabilmente subire). Le vetture presenti nel videogioco, tuttavia, assomigliano molto, ricordano, celebrano tanto nel nome quanto nella linea, alcune tra le più amate vetture reali.

Una tra le più longeve (presente addirittura in GTA II), è certamente la Bravado Banshee, una chiarissima imitazione della leggendaria Dodge Viper. I volumi, il sinuoso e lungo cofano, la livrea con la banda bianca che attraversa tutta la lunghezza della mediana dell’automobile sono tutti chiari segni della volontà dei programmatori di offrire la possibilità di compiere azioni pazze a bordo di una Viper.

Ebbene, una delle più recenti mosse commerciali della Rockstar, è stato quella di commissionare alla West Coast Customs la realizzazione di una versione reale della Bunshee. La base di partenza sulla quale è stata realizzata la scocca è proprio quella di una Viper SRT-10. Il prezzo è addirittura più elevato. Su e-bay, infatti, è possibile aggiudicarsi l’esemplare unico per 170.000$, contro i 100.000$ di una Viper 2014, e i 50.000$ con i quali è possibile trovare un modello usato. L’eventuale futuro acquirente sarà sicuramente facoltoso e allo stesso tempo molto appassionato della serie, per scegliere di spendere una cifra del genere per poter guidare in carne e ossa la riproposizione di un’auto virtuale. Ovviamente il nostro auspicio è che lo scopo non sia quello di compiere rapine o investire pedoni!

actual_1377700630 2006 Dodge Viper SRT10 Coupe

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: