CINE DREAMS #MIART

Ieri notte è successa una cosa strana: tante persone in fila fuori da un planetario con cuscini, birre, sacchi a pelo e caramelle.  Tutti,con sorrisi giganti da bambini felici stampati in faccia, premevano per entrare. Ieri notte è cominciato così “Cine Dreams” un progetto promosso dalla fondazione Trussardi in collaborazione con Miart, che prevede tre serate in cui l’arte contemporanea troverà la sua cornice al Civico Planetario Ulrico Hoepli di Porta Venezia a Milano. Per l’occasione il planetario apre le porte in orario notturno e al posto di astri e galassie  verranno proiettati i video di tre artisti. Ieri, in apertura, è andato in scena Cine Dreams: Future Cinema of The Mind, dell’americano Stan VanDerBeek, un insieme di 21 film proiettati contemporaneamente e a ripetizione sulla volta del planetario. Musica, immagini e suoni si confondono fino a creare un atmosfera da sogno (o incubo?) e gli spettatori sono invitati a dormire e sonnecchiare durante l’intero svolgimento della proiezione, così da permettere che i propri sogni siano influenzati e plasmati da questo caos sonoro e visivo. Spettacolo unico nel suo genere e, nonostante sia datato 1972, totalmente contemporaneo, quasi una premonizione di VanDerBeek che aveva intravisto la nascita di un mondo bombardato dalle immagini.

Stasera invece, è il turno di Jeronimo Voss con Eternity Through The Stars e domani si concluderà la rassegna con Earth-Moon-Earth di Katie Paterson (entrambi gli spettacoli dalla 22 alle 24). 

Per altre informazioni andate sul sito di miart o della fondazione Trussardi .

miart, cinedreams, wevux

miart, cinedreams, wevux

miart, cinedreams, wevux

miart, cinedreams, wevux

miart, cinedreams, wevux

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: