Excessory e l’eccellenza del Made in Italy

Per trovare un rimedio a questo triste e grigio periodo di crisi economica, vi è un assoluto bisogno di creatività. In questi giorni la città di Milano accoglie stilisti, designer, fotografi, buyer, giornalisti … provenienti da ogni parte del globo: è la settimana della moda, è la settimana del Made in Italy. Sotto i riflettori vi sono, ovviamente, le grandi case di moda, ma molte sono le iniziative organizzate per rilanciare le aziende italiane e per far conoscere a livello internazionale giovani brand.

Una meta fondamentale per i buyer che desiderano puntare sull’eccellenza del nostro Made in Italy (di alto livello) è Excessory. L’esposizione, situata in viale Coni Zugna 27, nasce grazie alla collaborazione fra Maximilian Linz, importante personalità nel settore della comunicazione moda a livello internazionale, e Stefania Busalacchi, affermata professionista con una solida esperienza nell’attività di sales management. Ho avuto la possibilità di visitare lo showroom e di ammirare le creazioni attentamente scelte per rappresentare al meglio il Made in Italy. In totale vi sono dieci marchi; molti sono giovani designer ai quali è stata offerta la possibilità di farsi notare da importanti buyer e da persone del settore.

Tutte le collezioni presentate sono state prodotte in Italia grazie alla collaborazione fra i brand e le realtà manifatturiere, (in particolare la regione della Toscana). Ogni linea presenta uno stile innovativo e ricercato e  tutte le qualità che hanno reso celebre il Made in Italy in tutto il mondo.

I gioielli ideati dalla designer Valentina Brugnatelli sono contraddistinti da una forte personalità: ottone, pietre dure ( come malachite, cristallo di rocca, ossidiana rossa), pelle, sono i materiali principali scelti per la collezione che trova ispirazione per le linee e i volumi dalla forma delle ossa e delle piante grasse/carnivore. Sono adatti ad una donna decisa, forte e intraprendente.

Valentina Brugnatelli è una dei membri di una realtà creativa nata nell’ottobre del 2011: The Wandering Collective. Le altre due figure protagoniste di questo progetto sono David Wyatt (abbigliamento) e Gianluca Soldi (calzature). La collezione Autunno/Inverno vede come tema centrale il mondo medievale, armature e scudi. Le creazioni di Gianluca Soldi trasmettono già al solo primo sguardo questo mood: di grande impatto la stampa presente come elemento di decorazione per alcuni modelli; interessanti le chiusure per i sandali in morbido e colorato camoscio.

Per il marchio Astoria si possono ammirare linee eleganti e raffinate; decolleté in pellami di alta qualità e vi è una grande attenzione per i dettagli. Il design delle calzature Astoria rappresenta l’eleganza delle calzature realizzate nel nostro paese.

Uno stile più appariscente caratterizza le proposte della nuova linea firmata Ryan Haber; dopo aver completato gli studi in Interior Design, il designer americano comprende di avere un’energica passione per le scarpe: le sue creazioni sono orientate a donne che desiderano essere notate e osano un look da vera star!

Guido Sgariglia propone per la prossima stagione invernale un’idea di sneaker innovativa: una scarpa pratica ma ricca di dettagli accuratamente studiati. Pellami di alta qualità, lavorazioni innovative e particolari.

Un marchio che gode già di una fama a livello internazionale è Loriblu, realtà che vede le sue origini nel 1970. Il modello celebre è “Mignon”; le loro creazioni sono molto riconoscibili per la ricchezza delle decorazioni, le applicazioni di cristalli Swarovski, strass, cristalli dalle infinite e scintillanti tonalità. Anche la nuova collezione presenta in modo perfetto lo stile del marchio.

Cavallino con motivo animalier è il tema principale per la nuova collezione ideata da Gianna Meliani. Decolleté con punta pronunciata, tacchi di media altezza, cinturini arricchiti di piccole borchie e bordi in camoscio a contrasto.

Una giovanissima designer ma con le idee già molto chiare riguardo al design delle sue creazioni è Lisa Chesi; la sua attenzione si è concentrata in particolare sull’utilizzo di pelle vegetale e su cuciture a decoro; grande interesse per i piccoli dettagli nelle linee dei tacchi.

Excessory ha permesso al designer greco Angelos Frentzos di presentare la collezione per l’Autunno/Inverno 2013-14; i capi sono stati realizzati per un ideale di donna molto decisa, amante di uno stile inusuale e forte. Lo stilista ha trovato ispirazione dai marmi della sua terra  e del padiglione per l’Esposizione Universale di Barcellona di Mies van der Rohe ( interessanti le stampe che ne ricreano il disegno su fondo verde).

Divertenti e sofisticati sono i cerchietti realizzati da Pierawithlove; sono piccole creazioni, accessori poco usati ma ricchi di fascino. Piume, fiori in stoffa, fiocchi, velluto, retine, pois e altri decori donano una giocosa personalità al cerchietto e a chi li indossa.

Tante realtà, diverse fra loro, ma tutte validi rappresentanti del nostro Made in Italy, grande speranza per il rilancio della nostra economia e della creatività che è da sempre una qualità del nostro essere italiani.

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: