GRANDI NOMI PER INTERNI: BISOGNA SALVARE IL MADE IN ITALY. ED IL MADE IN ITALY SALVERA’ L’ITALIA

Ha fatto una meravigliosa intervista Fabio Fazio nel suo programma “che tempo che fa “ a Oscar Farinetti, fondatore di EATALY: “Che tempo che fa : Oscar Farinetti e Shigeru Hayashi 06/10/2013”.

Farinetti dice che noi italiani siamo il 0.83% della popolazione mondiale ed il nostro territorio copre solo lo 0.2% delle superficie emersa del pianeta.

Eppure TUTTI, TUTTO IL MONDO ci invidia.

Ci invidiano la cucina: Nessuno ha la varietà e la conoscenza che abbiamo noi per la culinaria e la Francia, unica nostra rivale, CI TEME come concorrenti.

Ci invidiano i paesaggi: Mica per niente abitiamo in quel che viene definito il BelPaese.

Ci invidiano l’arte, la musica, la letteratura, l’architettura, il cinema: trovateli voi dei pari di Michelangelo, Calvino, Petrarca, Vivaldi, Dante, Paganini, Mantegna, Raffaello, Palladio, Giotto, Renzo Piano, Pascoli, , Ariosto, Sofia Loren, Toto, Benigni, Collodi, d’Annunzio (signori, Pinocchio e La Divina Commedia vengono fatti leggere nelle scuole di tutto il mondo, e film come ladri di biciclette e La Vita è Bella pure…)

Ci invidiano il genio: Brunelleschi, Galileo, Da Vinci,  Fermi, Hack, Einstain,  Montalcini, Majorana, ne dico ancora?

Ci invidiano la storia: I romani, il più grande dei popoli è italiano, il rinascimento, il classicismo, tutta la storia papale, il risorgimento, sono tutti movimenti che hanno CAMBIATO IL  MONDO. E sono partiti da qui.

Ci invidiano le abilità artigiane: la pelletteria di Firenze e della Toscana, il vetro di Venezia, le porcellane di Capodimonte, quelle Siciliane e quelle Fiorentine, gli artigiani del legno toscani e quelli della Brianza, i lanifici e l’abilità tessile del Piemonte…

Wikipedia sotto la voce Italiani e tradotto in tutte le lingue del mondo dice: “Dopo la caduta dell’Impero romano, di cui l’Italia aveva costituito per molti secoli il fulcro, il popolo italiano sviluppò una civiltà dalle caratteristiche originali che, fra il XII e la prima metà del XVII secolo, si impose per la propria raffinatezza e modernità al resto d’Europa.

Ed io invece rimango sempre stordita ed irritata quando, parlando con amici e conoscenti vedo che rimangono increduli e diffidenti sentendo queste mie parole.

Ebbene signori le cose stan così. E Noi, che Italiani siamo, abbiamo un grandissimo difetto (tra tutti gli altri): vediamo sempre il bicchiere mezzo vuoto e non apprezziamo MAI noi stessi.

Ragazzi, SIAMO NOI IL PIU’ GRANDE PROBLEMA DI NOI STESSI.

Noi vediamo solo la mafia, i politici corrotti, la giustizia lenta, i mezzi pubblici che non funzionano, lo stato che divora, i terremoti del Molise e dell’Emilia, il traffico, le indicazioni stradali che non si capiscono. Attenzione, non dico che non siano problemi da affrontare ma voglio sottolineare che non c’è solo questo.

NOI ITALIANI CI DOBBIAMO SALVARE PRINCIPALMENTE DA NOI STESSI: Abbiamo tutte le possibilità ma non le sfruttiamo. Un pò come quelle pagelle dove la maestra scrive: ” è il più intelligente della classe ma non si applica”.

Ci sono luoghi, palazzi, ville meravigliosi che noi stessi nemmeno conosciamo, dimenticati e abbandonati alla cura di pochi quando potrebbero essere un gioiello del turismo alla vista di tutti. Rimaniamo chiusi in noi stessi e non ci promuoviamo.

Il nostro territorio e le nostre capacità permetterebbero la produzione e l’esportazione in tutto il mondo di prodotti unici e meravigliosi che vanno fatti conoscere e protetti.

Venezia, la colorata città gotica sul mare sta diventando la città grigia e abbandonata. Gli affitti ed i costi di mantenimento dei palazzi storici e delle abitazioni sono proibitivi e i Veneziani stanno disperatamente e a malincuore abbandonando le loro case ed i loro palazzi perchè non riescono più a prendersi cura da soli della loro stessa storia.

Speculiamo malamente, crediamo di fornire un gran servizio ed una gran pubblicità lasciando che le navi da crociera passino quasi nel canal Grande o si inchinino (o inclinino) all’isola del Giglio, quando si potrebbe ottenere MOLTO più guadagno puntando contemporaneamente su tantissimi altri nostri cavalli di battaglia.

Gli artigiani ormai sono vecchi e chiudono le botteghe perchè di lavoro ce ne sarebbe in quantità ma non i soldi per farlo e noi STIAMO COSI’ PERDENDO I SEGRETI DELLE NOSTRE ARTI perchè non ci sono apprendisti. I giovani non si mettono ad imparare le arti ed i mestieri italiani in un mercato già in difficoltà e quindi fuggono all’estero.

Ho amici esodati verso tutte le parti del mondo, la famosa fuga dei cervelli. Non vogliono stare in Italia perchè “è un paese di merda dove non funziona niente”, testuali parole.

Io credo che la verità stia sempre nel mezzo.

L’italia non è un paese di merda.

Ma è vero che abbiamo dei grandi problemi.

Ma è anche vero che abbiamo anche delle GRANDI POSSIBILITA’.

Dobbiamo essere coscienti di tutto questo, di entrambe le parti della medaglia.

Ragazzi, ci sono paesi con la guerra, paesi dove finisci in carcere se solo se osi uscire dal coro, dove non c’è libertà di parola e di espressione nè di pensiero. Dove vieni cresciuto come una macchina senza personalità. Dove le regole di impediscono di vivere. Dove la guerra è finita da decenni ma ha lasciato solo desolazione ed il paese non è mai più ripartito. E sì, ci sono anche paesi che a vederli da qui sembra essere tutto perfetto.

Ma allora io mi chiedo:

Se c’è chi ha costruito il paese perfetto, perchè non lo costruiamo anche noi?

Amici, voi che vedete l’estero e che ne apprezzate il sistema, perchè anzichè fuggire non portate qui quel sistema?

Politici, io non credo che abbiate cominciato il vostro percorso con lo scopo della marchetta e del bunga-bunga. Perchè avete abbandonato i vostri ideali solamente per avere la vostra fetta?

Stato, il cui scopo è quello di servire e regolamenta il paese come un vigile occhio paterno, non credo tu sia davvero stanco di combattere. Perchè non chiudi i buchi che perdono e permetti a tutti quelli che lo desiderano di fare la loro parte di buono?

Perchè non ci mettiamo tutti all’opera e trasformiamo in perfetto anche il nostro paese?

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: