HOME SWEET HOME

Sconsiglio fortemente la lettura di questo articolo in un momento di attacco di fame.
Perché si parlerà di case fatte di cioccolato, burro, zucchero e pan di zenzero.

Cuochi e appassionati di cucina stanno diventando sempre più architetti e designers e le loro sono delle vere e proprie opere d’arte, riproducendo monumenti ed edifici in scala, castelli e abitazioni.

E talvolta non è sufficiente essere solo appassionati di cucine e fornelli, ma si rende necessaria una conoscenza di scienza delle costruzioni, come per esempio per la realizzazione della casa di marzapane più grande al mondo, un edificio di 1100 metri cubi, costruito con circa 800 kg di burro, 7200 uova ed oltre 3000 kg di farina. La casa è dotata anche di impianto elettrico ed è abbastanza grande per viverci dentro (Texas A & M Traditions Club).

E’ degno di nota anche il lavoro dello chef Ralf Bauer che insieme al suo team ha trascorso oltre 800 ore a progettare ed eseguire la creazione di un villaggio che comprende edifici storici di tutto il mondo inserite in alcune icone architettoniche hawaiani come richiedeva il tema che gli era stato proposto. Il villaggio presenta gustosi modelli architettonici commestibili come la Torre Eiffel, il Tower Bridge di Londra, una pagoda giapponese, oltre a un intero villaggio tedesco con chiese medievali, campanili, stazioni ferroviarie, una giostra, una pista di pattinaggio, e un castello che simboleggia la patria di Chef Bauer. La costruzione ha richiesto 250 galloni di glassa, 150 chili di cioccolato fondente, 50 chili di cioccolato bianco, e 90 fogli di pan di zenzero.

E’ nata anche una collaborazione tra architetti-chef nel 2006, la GingerTown, per la realizzazione di edifici, città e monumenti di zucchero, glassa, caramelle, biscotti e pan di zenzero.
Il tutto per un buon motivo: raccolta fondi da destinare alla beneficienza.

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: