LE RAGAZZE DEL PORNO

La pornografia al femminile è un tema molto interessante, poichè, nonostante ci siano sempre più donne che guardano porno, ancora non esistono siti, piattaforme, o banalmente una cultura del porno per la donna. L’autoerotismo o l’arraparsi al femminile non sono concepiti e non vengono minimamente presi in considerazione, perchè considerati una cosa vergognosa, soprattutto in Italia. Solo l’uomo, il maschio, si è arrogato il diritto di godere, mentre la donna, nonostante partecipi all’atto sessuale, non ha alcun ruolo attivo, subisce sempre anche a livello mentale, e questa struttura viene riproposta in tutta la comune pornografia. Da un pò di anni è cresciuto il numero di donne registe che si sono dedicate al tema del porno, così come le stesse “ragazze del porno”, un gruppo di dieci donne di varie età che sta cercando dei fondi per girare una serie di porno, in cui la donna ha il ruolo centrale, e tutto è incentrato nel suo piacere. In Svezia e in Francia attività molto simili sono state finanziate dal comune o da reti tv molto importanti. Perchè la verità, è che oltre a tutte le riflessioni socio-politiche del caso, la pornografia al femminile è un ambito che se esplorato, porterebbe ad un business vincente . Mi chiedo come mai nessuno investa in queste cose.

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: