Scompare Vittorio Missoni, lutto a Sumirago

Venezuela Missoni scomparso Missoni abito da sera Vittorio Missoni Venezuela Missoni venezuela Venezuela Los Roque

La redazione di WeVux si unisce alle preghiere della famiglia Missoni per la sorte dei loro cari, in vacanza ai Caraibi, di cui non si hanno notizie da sabato 5 gennaio 2013.

L’azienda fondata quasi sessant’anni fa nel varesotto è stata inserita nell’olimpo delle grandi case di moda del Made in Italy negli anni ’70 da tutte le più autorevoli riviste di moda. Il core business dell’azienda oggi è la produzione di lana pregiata, collezioni prêt-à-porter uomo, donna e bambino, oltre alla linea di arredamento per la casa, di cui spesso parliamo nella rubrica dedicata agli interni.

Il primogenito di Ottavio Missoni scompare con la compagna sulla rotta maledetta in Venezuela, dove la compagnia di piccoli velivoli da turismo ha perso quasi 50 aerei negli ultimi 8 anni. Statisticamente impossibile, come dire che in una strada particolare della città avvengano 1000 sinistri al mese. Nessuna compagnia aerea al mondo perde così tanti velivoli. Nessuno ha mai trovato alcun resto degli aerei scomparsi nel mare o nella jungla venezuelana, pur trattandosi di uno dei punti più trafficati al mondo sia dalle rotte navali commerciali (vedi Panama) che battuto dalla marina statunitense.

La causa è sicuramente individuabile nel furto del velivolo da parte del cartello della droga venezuelano o più probabilmente colombiano o messicano. Questi piccoli aerei possono volare compiendo manovre spericolate e non essere rintracciati dai radar. Per questo garantiscono buone capacità di carico per il trasporto di cocaina ed eroina negli Stati Uniti.

In questo momento entrare in Venezuela e trattare è molto difficile. Primo perchè i narcotrafficanti non avranno interesse alcuno a dichiarare al mondo che sono loro a prendere gli aerei. Secondo perchè il Presidente Hugo Chavez sta morendo e sono in corso le elezioni al congresso. Terzo perchè l’Interpol non entra facilmente in Venezuela e tanto meno esponenti del Governo o della polizia statunitense.

L’aereo scomparso al largo delle coste venezuelane era partito dallo scalo di Los Roques ieri alle 12.12 ora locale e l’ultimo contatto con la torre di controllo di Maiquetia è stato alle 12.39 minuti. “In quel momento si trovava a 5 mila piedi. Nel contatto non é stata segnalata alcuna anomalia né situazione di emergenza”, ha riferito all’ANSA uno dei funzionari a Caracas che seguono le ricerche, precisando che nel momento dell’ultima comunicazione il velivolo aveva percorso solo 10 miglia marittime della rotta prevista fino a Caracas.

Vittorio Missoni è responsabile commerciale dell’azienda ed è considerato l’ambasciatore della griffe nel mondo. La famiglia Missoni è stata informata subito della sparizione. Il fondatore dell’azienda, Ottavio, e la moglie Rosita sono rimasti a casa, a Sumirago, con la figlia Angela, raccolti in silenzio in attesa di notizie. E’ partito per il Venezuela il fratello minore di Vittorio, Luca. “L’unica cosa che sappiamo – dice Pietro Foresti, figlio di Elda Scalvenzi e Guido Foresti – è che hanno interrotto le ricerche”. Guido Foresti ed Elda Scalvenzi sono di Pralboino, un paese della Bassa bresciana. Hanno due figli, Pietro di 21 e Cesare di 17 anni, studenti universitari. “Non rilasciamo interviste, lasciateci un attimo di pausa”, ha detto un parente che è entrato nel portone con il volto teso.

Il gruppo, composto da sei persone, era in vacanza, dedicata soprattutto alla pesca, nell’arcipelago dal 28 dicembre ed aveva noleggiato anche un’imbarcazione. Il ritorno in Italia era programmato per la notte scorsa. Nel trasferimento da Los Roques a Caracas il gruppo si è diviso. Sull’aereo poi disperso, un velivolo a sei posti con due persone di equipaggio, sono saliti Vittorio Missoni con Maurizia Castiglioni, e Elda Scalvenzi e Guido Foresti. A terra sono rimasti gli altri due componenti della comitiva che sono stati poi contattati e assistiti, a quanto si è appreso, dal console italiano. A Caracas sta giungendo il fratello di Vittorio, Luca, che si trovava a New York mentre uno dei figli di Vittorio, Marco, sta rientrando in Italia dall’Australia insieme con uno dei figli della compagna del padre. Vittorio ha tre figli con la prima moglie, Tania, Ottavio, 26 anni, Giacomo di 24 anni e Marco di 22. La sua compagna, da circa 15 anni, Maurizia Castiglioni, ha due figli.

Fonte: ANSA, ANDKRONOS

Comments are closed.

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: