SCUOLA DI INTERNI: LA LUCE NATURALE E L’ABITAZIONE 2/2

In seguito all’articolo pubblicato la settimana scorsa, progeto portando avanti l’interessante argomento della luce naturale nell’abitazione, riportando il seguito dell’ articolo dell’architetto Giovanni Lombardi, pubblicato del mensile dCdentroCASA.

“La luce naturale influenza positivamente il clima interno ed è quindi fondamentale per una casa confortevole (seconda parte)KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

La luce naturale influenza positivamente il clima interno ed è quindi fondamentale per una casa confortevole.

La posizione delle finestre incide molto sulla quantità e la qualità dell’illuminazione naturale che dipende anche dalla forma dell’edificio, dalla posizione e dall’orientamento, nonché dalla dimensione delle aperture.

Ecco gli accorgimenti a seconda dell’esposizione di un’abitazione.

NORD: l’esposizione a nord riceve una luce indiretta di colore neutro. È la luce preferita dagli artisti perché è costante e proietta poche ombre. Suggerisco pareti chiare e arredi laccati in grigio chiaro. Per sfruttare la luce e riscaldarla, colori caldi e tenui come corallo, giallo, off-white.

SUD: offrendo luce persistente e abbondante, è ideale per spazi in cui si spende molto tempo della giornata come cucina, living, ufficio. In cucina consiglio di utilizzare la luce naturale che rimanda il colore reale degli oggetti e regala un ambiente piacevole. Meglio persiane o veneziane che proteggono dal sole ma permettono di sfruttare la fonte luminosa naturale. Consiglio inoltre colori freddi, come azzurro e verde.

EST: l’esposizione ad Oriente permette di ricevere la luce tenue del mattino. È adatta per le camere da letto e la zona colazione, permettendo di iniziare la giornata con ottimismo. È importante che ci siano zone con luci dirette per il lavoro e la lettura e zone in cui la luce naturale non è filtrata, per rimandare i colori in modo naturale, quando si sceglie cosa indossare al mattino. Consiglio tinte nelle nuance del giallo tenue che aumentano i livelli di energia. Per creare maggiore spaziosità, meglio utilizzare colori freddi, come blu, verde o bianco, con un arredo leggero. Inoltre tende e persiane alle finestre per poter oscurare completamente o filtrare la luce mentre si dorme o si riposa.

OVEST: un ambiente con esposizione a occidente riceve la luce solare da metà pomeriggio. Questa luce è perfetta per leggere, guardare la TV, giocare, ascoltare la musica, rilassarsi. Una finestra panoramica rivolta a ovest consente di godere di tramonti spettacolari. Suggerisco di prediligere la luce naturale perché più confortevole, sana e ecologica. Meglio tende leggere e infissi chiari, così come toni sempre chiari per pareti e soffitti, in modo da riflettere la luce e non chiudere le tende a meno che il sole non sia fastidioso. Utilizzare i colori scuri solo per gli accessori, per creare contrasti. La luce del sole pomeridiano tende al rosa alterando i colori: il blu vira al malva, il giallo appare arancione e il verde appare marrone. Meglio quindi combinazioni di toni chiari.”

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: