SCUOLA DI INTERNI: L’IMPORTANZA DELLE FINITURE

In un ambiente moderno o addirittura minimalista è difficile ottenere un risultato qualitativo che differenzi i vari progetti l’uno dall’altro perchè appunto,  da minimalismo, i dettagli sono ridotti al MINIMO e quindi si hanno poche cose con cui giocare. Questo non accade ovviamente negli interni classici che ormai conosciamo molto bene e che abbiamo visto presentare ricchezze di ogni genere, dalle cornici di gesso alla ricchezza degli arredi alla scelta dei tessuti e molto ancora…

Ma per il moderno il discorso è diverso. Quindi come fare per caratterizzare un progetto? Per renderlo unico? Per non renderlo banale o semplice? E’ qui che le finiture entrano in gioco con un ruolo predominante. 

Per finiture generalmente si intente tutto ciò che riguarda la scelta e la selezione materica:  l’essenza ed il taglio di posa dei pavimenti (indifferentemente da che siano legno marmo, gress o quant’altro), il materiale ed il colore degli arredi, la scelta dei tessuti, i materiali/colori/tecniche di rivestimento parete…

Ovviamente, la scelta delle finiture è importante in ogni progetto in quanto può cambiare radicalmente la qualità (ed il costo) del progetto stesso. Ma è facilmente capibile come, in un interno carico di dettagli come la finitura sia parte integrante in un contesto molto più ampio e ridondante, mentre come questa funga da elemento decorativo essenziale e protagonista in un ambiente moderno.

Tutta la scelta costituisce l’ambientazione d’interni ma di particolare impatto ed importanza a mio avviso sono le finiture materiche a parete. Semplicemente giocando con contrasti di colore e tipologie di stesure si possono ottenere effetti sorprendenti e veramente d’impatto.

LE VARIABILI SU CUI GIOCARE

materiale: impatto tattile

colore sul supporto: impatto visivo che può essere uniforme o cangiante

colore tra i supporti: contrastanti o affini, le varie scelte materiche vanno sempre affiancate le une alle altre per stabilirne la sintonia.

finitura: impatto tattile e visivo che varia in base alla lucidità o opacità data al supporto. Bisogna ricordare sempre che dal tipo di superficie viene riflessa la luce, che va a influenzare la percezione dell’occhio. Un marmo bianco risulterà più chiaro se in finitura spazzolata che non in finitura lucida.

ESEMPI

wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche 5

wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche

 Colore: il nero non è mai nero assoluto ma è un nero lucido e quindi movimentato da riflessi oppure un nero texturizzato da differenti riflessioni nella luce nella trama del tappeto, in richiamo di una parete nera in finitura molto acquarellata e quindi in continuo movimento.

Finitura: il nero e bianco, due colori forti e resi ancora più forti se a contrasto fra loro ma resi morbidi dalle trame ruvide della parete spatolata o molto materiche della lana dei tessuti.

Richiami: Ogni cosa al suo posto, ci deve essere una giustificazione per ogni scelta: Il legno anticato non è di colorazione uniforme come non lo è la parete chiara spatolata. Nero morbido il tappeto come è nera morbida la parete di fondo. Bianco ruvido il divano come bianca ruvida la tenda. Nero lucido il mobile come argento lucido le lampade e richiamo e chiusura del cerchio bianco-nero-lucido-ruvido.

wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche richiamo di brillantezze

Modernissimo questa ambientazione e modernissimo il contrasto del parquet scuro con l’arredo bianco dalla forma preziosa. Il parquet scuro è leggermente lucido per mantenere un dialogo con l’arredo opaco e la preziosità prillante delle tende, del soffitto e del corpo illuminante.

Colore: il bianco non è freddo in quanto opaco ed il beige  non è vecchio in quanto lucido e cangiante.

Il contrasto di stile: Il parquet è classico, ma scuro è moderno, lucido e di color uniforme è classico ma con arredi originali e squadrati è moderno. Classica è la lampada a sospensione ma quadrata  e decentrata sul tavolo è moderna.

La chiusura del cerchio è la preziosissima finitura della parete, in crema perlato spatolato estesa anche come finitura a soffitto: racchiude lo spazio rendendolo accogliente, unendo classico e moderno, colore caldo e colore freddo e aggiungendo quel dettaglio glamour che permette di inserire una preziosa luce a sospensione in cristalli.

wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche0

wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche11

wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche6 wevux scuola di interni le finiture colori percezioni visive e materiche cangiante13

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: