(The house is) “Landed”, Ian Strange

Il termine “Landed” in inglese significa “atterrato”, ed è il nome con cui l’artista australiano Ian Strange ha intitolato la sua opera realizzata per la Adelaide Biennal of Australian Art nel South Australia.

Si tratta di una tipica abitazione australiana degli anni Venti in parte sprofondata nel terreno del cortile, forse perchè lasciata precipitare a terra da un uragano, forse trasportata dai ricordi di infanzia di Ian Strange, che più che “Landed”, vocabolo che suggerisce un impatto non violento, doveva chiamarla “In some way landed”.

Questo concetto di emersione, evoluzione, regressione mi rimanda alla Sunken Library di Melbourne e un po’ anche all’artista decostruttivista americano Gordon Matta Clark, che negli anni Settanta ha smontato case ed edifici trattandole come opera d’arte.

Forse il fine di Strange è diverso da quello di Matta Clark, ma per farvi un’ idea date un’occhiata anche agli altri suoi lavori. E comunque sia ognuna ha il suo indiscusso fascino.

Ah, post scriptum: se in aeroporto leggete “Landed” mentre attendete un aereo, non tirate subito un sospiro di sollievo!

 

http://www.domusweb.it/it/arte/2014/03/17/ian_strange_landed.html

http://ianstrange.com/landed/gallery.php

http://adelaidebiennial.com.au/

6 5 4 3 2 1

 

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: