SHELL HOMAGE, un materiale compostabile versatile

Shell Homage è un materiale compostabile ricavato dai gusci d’uovo e di diversi tipi di noce, creato da Rania ElKalla, designer multidisciplinare egiziana, vincitrice di premi internazionali. Oggi è fondatrice e amministratrice delegata di Shell Homage, un progetto iniziato nel 2011 come ricerca per la laurea triennale presso l’Università Tedesca del Cairo e proseguito successivamente come Master presso l’Università Tecnica di Berlino, TU Berlin. Oltre alla sua azienda, lavora anche come docente presso il dipartimento di design industriale della German International University – GIU in collaborazione con la HTW Berlin, Hochschule für Technik und Wirtschaft. (Immagine copertina Vega Trays, Shell Homage, ph. courtesy)

Shell Homage prende il nome dalla risorsa utilizzata (Shell) e dall’omaggio (Homage) al percorso di questi scarti e al loro ciclo di vita che continua. Il materiale nasce per sostituire le plastiche, a base di petrolio, con una soluzione compostabile versatile, in grado di rispondere a diverse applicazioni (interior design, lighting, arredi, accessori per la casa, stampa 3D, moda e design di gioielli). Può essere progettato per assomigliare al marmo o alle pietre naturali, alla gomma o al vetro e le proprietà – sia estetiche che meccaniche – possono essere controllate e modificate a seconda dell’applicazione. La superficie invece può essere ruvida, liscia, opaca, traslucida o trasparente.

Un aspetto molto interessante è che la designer si è focalizzata sin da subito sulle possibilità che la produzione industriale poteva offrirle: così ha iniziato a testare il materiale fino ad arrivare ad una soluzione in grado di essere lavorata con diversi macchinari. Attualmente sta cercando di scalare il processo di stampa 3D per commercializzare i prodotti del brand. Un esempio dell’utilizzo del materiale possiamo averlo guardando i progetti già realizzati dal brand: con SAMSUNG x FRAME, Shell Homage è stato utilizzato come cover per telefonini, su cui è stata anche stampata un’illustrazione; con Objects of Hope nel 2022 il brand lancia una collezione estiva di oggetti di uso quotidiano, ciotole, vassoi, piani per tavoli, arredi, tavolini e accessori. Il materiale è già stato utilizzato anche per applicazioni in spazi interni e pubblici: per esempio come rivestimento realizzato su misura per Brown Nose, primo bar sostenibile in Egitto, progetto di interior design di Design Avenue; come portale esterno retroilluminato di un negozio, realizzato ad hoc per il progetto; anche come plafoniera per lampade.

L’obiettivo di Rania ElKalla è creare prodotti funzionali e sostenibili senza l’utilizzo di sostanze chimiche tossiche, che abbiano una durata di vita lunga e siano comunque compostabili. Shell Homage si propone di produrre oggetti, luci e arredi che trasmettano un messaggio indiretto agli utenti su cosa consideriamo rifiuto, scarto. Grazie al proprio percorso e alla propria esperienza, Shell Homage è in grado di offrire prodotti accessibili, dall’estetica unica, che riutilizzano scarti come risorsa e completamente personalizzabili.

Shell Homage ha partecipato al SaloneSatellite 2024 e al Fuorisalone, quartiere Isola, con l’installazione luminosa Solar. Il brand è parte della nuova e gratuita Materials Design Map. Per saperne di più visitate il sito del brand e seguite Shell Homage su InstagramFoto per gentile concessione della designer

Back to Top