TŶ SYML e la ricerca di nuovi materiali sostenibili

La ricerca di nuovi materiali sostenibili è uno dei tanti focus del design contemporaneo e alcuni studi si stanno sempre più specializzando in questo settore della disciplina. Fondato nel 2019, Tŷ Syml è uno di questi ed è nato con l’intenzione di continuare la ricerca materica che Adam Davies aveva iniziato durante il suo percorso universitario. Con un focus sulla sostenibilità, i materiali sviluppati dal team sono progettati per essere responsabili e per avere un impatto trascurabile sulla società e sull’ambiente. Dopo meno di 2 anni, grazie al successo dei loro prodotti, lo studio si è trasferito da Cardiff a Pembrokeshire, Galles, per operare dal Bridge Innovation Center di Pembroke Dock, una struttura notevolmente più grande che consente di espandere la ricerca e di rispondere al crescente interesse per i biomateriali.

La decisione di trasferirsi da Cardiff a una comunità rurale locale all’interno di un Parco Nazionale offre all’azienda molte opportunità di collaborazione ed espansione. Uno dei motivi è l’aspirazione ad avere un’influenza positiva sull’economia locale: lo studio vuole che il Galles diventi un punto di riferimento per l’innovazione e il design responsabile, ma anche fornire occupazione di qualità e opportunità di formazione per i residenti locali. Per il lungo termine, il team vorrebbe essere coinvolto in programmi educativi e laboratori con le scuole e le università locali, per sottolineare l’importanza di creare materiali che non inquinino ulteriormente gli ambienti naturali.

A questo proposito, Il governo gallese sta già attuando legislazioni tra cui “Towards Zero waste: our waste strategy” (Verso rifiuti zero: la nostra strategia sui rifiuti) e il “Well-being of Future Generations Act 2015 (Wales)” (Benessere delle future generazioni Act 2015, Galles). Lo studio vuole fornire supporto a tali politiche deviando i rifiuti dalle discariche e sviluppando nuovi prodotti da materiali considerati “rifiuti”, a loro volta, creando quindi un impatto positivo sull’ambiente locale e sulla società.

c

c

Tŷ Syml agisce secondo i principi del Cradle to Cradle, in breve, l’idea di un sistema industriale che non guarda solo al profitto e all’efficienza ma anche agli ecosistemi e alla compatibilità ambientale. Lo studio usa materiali organici e risorse locali per creare prodotti ispirati ai sistemi biologici che non hanno un impatto negativo sull’ambiente. Anche i leganti e i substrati di scarto che utilizzano sono organici, quindi il prodotto a fine vita può essere letteralmente restituito all’ambiente da cui proviene. I materiali di Tŷ Syml hanno ricevuto un notevole interesse, portando a progetti nel Regno Unito e su scala internazionale. Lo studio è riuscito ad espandere la propria ricerca per sviluppare ulteriori prodotti al fine di soddisfare le esigenze di un numero crescente di clienti. Tra gli altri, nel 2019, Tŷ Syml è stata incaricata da SILO London & Nina + Co di progettare nuovi paralumi per l’apertura della filiale londinese di Silo. Lo studio li ha sviluppati utilizzando due dei loro nuovi biomateriali. Cinque paralumi ALGAU sono stati realizzati con il loro biocomposito di alghe marine, che combina le alghe locali del Pembrokeshire con i biglietti ferroviari usati raccolti dalle stazioni ferroviarie locali. Gli altri cinque, SILO, sono creati combinando scarti di legno locali con il micelio.

È proprio questo materiale che ha immediatamente attratto lo studio. Il micelio (un microrganismo che le persone coltivano da migliaia di anni), se combinato con un substrato naturale, può effettivamente superare le prestazioni dei materiali complessi esistenti. Questo può avvenire in termini di forza, durata e adattabilità per citare alcune caratteristiche positive che sono venute alla luce. Tali proprietà possono consentire l’utilizzo di micelio per creare compositi con un’ampia gamma di applicazioni nell’ambito del design. Il motivo principale è che è un materiale molto versatile, che permette di creare diversi prodotti in termini di dimensioni e forma. Lo studio ha deciso di focalizzarsi su questo materiale per le proprie sperimentazioni. Al momento, per esempio, sta lavorando con il micelio per creare un’alternativa sostenibile al polistirolo, utilizzato negli imballaggi per alimenti da asporto. Si stima che ogni anno nel Regno Unito vengano prodotti 10 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. C’è innovazione nella tecnologia e nel modo in cui le persone acquistano il cibo, come anche nei servizi di consegna, ma non c’è ancora un imballaggio per cibi veramente sostenibile.

Visto che stiamo parlando di un nuovo materiale, il processo di ricerca è particolarmente impegnativo e serve una continua sperimentazione per avere possibili risultati. Questo spesso significa iniziare senza preconcetti e lasciare che i materiali si evolvano nel prodotto. Lo studio però, grazie alla recente espansione, è pronto all’ampliamento dell’attuale gamma di prodotti, all’adeguamento dei processi di produzione, e al miglioramento dell’efficienza. Una sfida interessante che permetterà a Tŷ Syml di rispondere sempre meglio alle richieste di un mondo industriale che sta cambiando.

Per saperne di più e conoscere tutti i progetti dello studio, visitate il loro sito e seguiteli su instagram!

c

c

Vuoi vedere il tuo progetto pubblicato su WeVux? Mandaci una mail a [email protected] per saperne di più, oppure visita la nostra pagina Chi siamo

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: