una città da non buttare

Il passato ci perseguita, non ci abbandona. E Łodz porta proprio le tracce di esso sulla superficie dei suoi decadenti edifici. Non è come le altre città polacche, non possiede un centro risistemato a tutto punto per celare ai numerosi turisti la periferia dominata dalla povertà. Łodz ha un centro abbandonato, la piazza principale è spoglia e grigia e quando si cammina per ulica Piotrkowska, la lunga via centrale che divide la città in due parti, è impossibile non notare i numerosi edifici decadenti ed inutilizzati. Ma Łodz nasconde anche un popolo che la ama. Il progetto di Urban Forms Foundation è iniziato nel 2009 per mano di giovani studenti della famosa scuola d’arte della città. Lo scopo? Saturare Łodz di arte moderna, creatività e fantasia, trasformandola in un’esposizione permanente di street art, convertendo l’idea del graffito da atto di vandalismo ad arricchimento della città. Street artists di fama mondiale quali Etam Cru (Polonia), Inti (Cile), Roa (Belgio) si sono prestati a questo progetto che metteva a disposizione della loro fantasia intere facciate di grigi edifici. Sono trenta i graffiti realizzati fino ad ora ma il progetto è in continuo work in progress. Volto a riqualificare la città sia per i turisti che per gli abitanti stessi, questo progetto ha trasformato Łodz in una galleria d’arte a cielo aperto.

 

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: